Scommesse

Calciatori Stranieri Naturalizzati Italiani

Calciatori Stranieri Naturalizzati Italiani

Fino a qualche decennio fa vedere dei calciatori italiani giocare in nazionale era decisamente raro. Nel corso del tempo, però, la situazione è decisamente cambiata e ora ci sono tanti calciatori italiani che hanno un doppio passaporto e che, nonostante siano nati in altri luoghi del mondo, hanno scelto di vestire la maglia azzurra. Tra l’altro ci sono diversi esempi anche nella rosa che ha preso parte ad Euro 2020. 

Nei prossimi paragrafi vedremo chi sono i calciatori stranieri naturalizzati italiani e qualcosa in più sulla loro storia personale e calcistica. 

Calciatori Stranieri Naturalizzati Italiani

Jose Altafini

Altafini è sicuramente uno dei calciatori stranieri naturalizzati italiani più importanti della storia. Nasce in Brasile nel 1938 ed in questo paese inizia a dare i primi calci al pallone. Viene acquistato poi dal Milan, gioca nel Napoli e nella Juve, siglando oltre 200 reti nella massima competizione italiana. Veste sia le maglie del Brasile, nazionale con cui vince il mondiale nel 1958 sia dell’Italia, con cui realizza 5 reti in sei gare. È molto famoso in Italia anche per le sue telecronache delle partite in diretta e in famosi videogiochi. 

Angelillo Tra i Calciatori Stranieri Naturalizzati Argentini

Una stella del calcio nata a Buenos Aires nel 1937. Dimostra le sue qualità calcistiche prima nel Racing e poi nel Boca Juniors. Viene notato dall’Inter che lo porta a Milano. Poi gioca con la Roma, il Milan, Lecco, Genoa e l’Angelena, una squadra di Assisi che nel 1969-70 (anno in cui giocò Angelillo) militava in Serie D. Nonostante le sue origini argentine, Angelillo si è legato molto all’Italia visto che vi ha risieduto fino alla sua scomparsa nel 2018. Ha vestito la camiseta albiceleste sia quella azzurra (due presenze ed una rete). 

Omar Sivori

Probabilmente non c’è un solo appassionato di scommesse serie A che non conosca questo calciatore argentino ma naturalizzato italiano: Omar Sivori. Si mette in mostra al River Plate e nel 1957 passa alla Juventus formando un trio formidabile con Boniperti e il gallese Charles. Dopo nove anni alla Juventus, poi, passa al Napoli. Sivori nasce da genitori italiani, visto che il padre era ligure e la madre abruzzese. Veste sia le maglie dell’argentina che quella azzurra, rientrando sicuramente tra i calciatori stranieri naturalizzati italiani. 

Mauro German Camoranesi 

Torniamo, adesso, agli ultimi decenni e parliamo di un calciatore entrato nel cuore degli italiani soprattutto perché ha vinto il mondiale del 2006. Mauro German Camoranesi, quindi, si candida sicuramente ad essere uno dei calciatori stranieri naturalizzati argentini più importanti insieme a Sivori e Angelillo. Viene notato dal Verona e che lo tiene per due stagioni. Passa poi alla Juventus, squadra con cui si consacra e si merita la chiamata e la nazionale italiana preferendola a quella argentina. 

Calciatori Stranieri Naturalizzati Italiani – Thiago Motta

Merita sicuramente una menzione Thiago Motta, che nel corso della sua esperienza da calciatore, ha vestito anche la maglia numero 10 della nazionale italiana. Ha vestito maglie importantissime come quella del Barcellona, dell’Atletico, all’Inter del Triplete e al Paris Saint Germain. Ha fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili con il Brasile, salvo poi decidere di passare alla nazionale italiana con cui è sceso in campo per 30 volte siglando una sola rete. 

Eder

Il calciatore Éder Aleixo de Assis, sicuramente più conosciuti da tutti come Eder, è un talento brasiliano che ha quasi sempre giocato in Italia grazi all’Empoli, club che lo ha notato sin da giovanissimo. Ottiene la cittadinanza italiana visto che il bisnonno paterno era nato in provincia di Vicenza, salvo poi trasferirsi in Brasile alla ricerca di gloria e fortuna. Prende parte alla spedizione Europea del 2016 e fa parte del gruppo di Ventura che non riuscirà a qualificarsi ai mondiali del 2018. Chiude la sua carriera al Santos. In Italia ha segnato più di 100 reti facendosi ben conoscere dai giocatori di live betting.  

Il Blocco Nazionale agli Europei 

Abbiamo deciso di mettere insieme questi tre giocatori semplicemente perché hanno fatto parte del gruppo nazionale di Roberto Mancini, e perché hanno partecipato alla spedizione degli Europei 2020. 

Parliamo di Jorginho, Emerson Palmieri e Rafael Toloi. I tre, poi, hanno in comunque anche un altro punto, ovvero che sono tutti calciatori stranieri naturalizzati italiani con origini brasiliane. 

Jorge Luiz Frello Filho, che tutti conosciamo come Jorginho e diventato un pilastro con il suo Chelsea, fresco vincitore della Champions League e di cui è un perno fondamentale, è nato in Brasile. Il padre, però, era italiano ed è emigrato in Brasile alla ricerca di fortuna. Jorginho, però, ha sempre giocato in Italia sin da giovanissimo, dove è stato notato dal Verona. Poi è passato al Napoli e, infine, in Inghilterra. Ha sempre scelto la nazionale italiana e non ha mai avuto dubbi. 

Emerson Palmieri dos Santos, invece, inizia a dare i suoi primi calci in Brasile e precisamente al Santos. Arriva in Italia grazie all’intuizione del Palermo, e passa poi alla Roma. Infine, anche lui arriva al Chelsea. Il nonno materno aveva origini calabresi e quindi ottiene il passaporto italiano che gli consente di giocare con la nazionale azzurra. In passato, però ha vestito anche la maglia della selezione brasiliana under 17. 

Anche Rafael Tolói, come detto, è un calciatore brasiliano. Ha ricevuto la cittadinanza solo qualche mese fa ma questo non gli ha impedito di essere convocato anche per Euro 2020. È un difensore con doti offensive e di regia molto spiccate e questo lo ha fatto imporre all’Atalanta, squadra che negli ultimi anni ha sorpreso tutti gli appassionati di scommesse online, sia in nazionale.