Scommesse

Chi Ha Vinto Il Primo Mondiale Di Calcio?

chi ha vinto il primo mondiale di calcio

I Campionato mondiali di calcio sono il torneo più importante per nazionali ed è di certo l’evento più importante in assoluto. In pochi, però, sanno chi ha vinto il primo mondiale di calcio e, una volta che lo si scopre, la sorpresa è tanta. In questo articolo vedremo in maniera dettaglia come si è svolto quel torneo, alcune riforme interessanti e curiosità particolari che tutti dovrebbero conoscere.

Inoltre, parleremo anche dei ricordi di questa edizione che si è svolta nel lontano 1930.

Chi Ha Vinto il Primo Mondiale di Calcio?

Vogliamo subito darvi la risposta a questa domanda. Forse solo qualche appassionato di scommesse calcio, infatti, saprà la risposta e cioè l’Uruguay. La nazionale sudamericana, infatti, ha l’onore di aver trionfato nel primo mondiale di calcio, anche chiamata Coppa Rimet, e a breve vedremo il perché.

Come Nasce il Primo Mondiale di Calcio

Prima di capire chi ha vinto il primo mondiale di calcio, e soprattutto come ha fatto, dobbiamo capire come nasce questo evento che poi diventerà il più importante al mondo sia per i tifosi che per gli appassionati di NetBet scommesse.

Nel 1928 il Congresso della Fifa, ente nato circa 25 anni prima, in una riunione ad Amsterdam, presieduta dal presidente francese Jules Rimet, dà vita ad un nuovo torneo dedicato a tutte le nazionali mondiali che avrebbero voluto parteciparvi.

Tra le varie nazioni che si offrirono di ospitare il Mondiale, ebbe la meglio proprio l’Uruguay. Il paese sudamericano, infatti, ebbe l’appoggio anche del presidente Rimet perché nel 1930 si sarebbe tenuto il Centenario del Giuramento della Costituzione uruguaiana.

Inoltre, l’Uruguay aveva di certo proposto le migliori condizioni per le nazionali. Basta pensare, infatti, che le autorità promisero di rimborsare le spese di ogni squadra, la costruzione dello stadio più grande del mondo e una perfetta organizzazione. Molti paesi europei, tra cui anche l’Italia, consci di non poter offrire le stesse condizioni, decisero di ritirare la propria candidatura.

Fu così, quindi, che nel 1929 fu ufficialmente assegnato l’organizzazione del primo Campionato Mondiale dell’Uruguay.

Gli Stadi

Come visto nel paragrafo precedente, l’Uruguay si prese l’impegno di costruire un gigantesco stadio in occasione dei mondiali. E di effetti lo fece anche in tempi record, nonostante la prima partita inaugurale fu dovuta essere spostata in uno stadio molto più piccolo.

I lavori, iniziati a gennaio, furono completati nel giro di alcuni mesi. A causa di una serie di piogge torrenziali, però, non si potè arrivare in tempo alla prima partita. Dopo questo incidente di percorso, però, molte delle gare Mondiali furono giocate in questo campo, tra cui la finale alla presenza di 80 mila persone.

Le Fasi del Torneo

Ai primi mondiali i partecipanti furono 13, di cui sette squadre prevendite dalla lega sudamericana e ciononostante: Uruguay, Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Paraguay e Perù. Troviamo, poi, anche Messico e Usa per la lega centro-nordamericana e Belgio, Jugoslavia, Francia e Romania per l’Europa.

Inizialmente avrebbero dovuto parteciparvi anche Italia, Scozia ed Inghilterra. L’Italia non andò in Uruguay per diversi motivi, sia politici che in merito alle difficoltà di trasferimento. I due paesi britannici, invece, non vi andarono per motivi di principio. Loro, infatti, in quanto creatori del gioco, erano i Campioni del Mondo “a prescindere”.

Le squadre furono divise in quattro gironi e le vincenti passeranno alle semifinali. Al termine di questa fase ebbero la meglio Argentina, Jugoslavia, Uruguay e Stati Uniti. La prima partita vide contro Argentina contro Usa e i sudamericani travolsero i rivali per 6 a 1. Lo stesso punteggio vide trionfare anche gli uruguaiani contro la Jugoslavia.

La Finale

In finale, quindi vi arrivarono i padroni di casa contro l’Argentina, grande rivali in campo. Tra l’altro, questo incontro è arrivato due anni dopo la finale alle Olimpiadi, vinta dall’Uruguay. Non è chiaro quante persone ebbero modo di entrare allo stadio, ma parla di un numero che va dagli 80 ai 95 mila tifosi.

Inutile dire che il clima e la gara furono decisamente duri e concitati. Si racconta, infatti, che molti uruguaiani ricevettero delle minacce. L’arbitro della gara è il belga Langenus. La prima rete arriva dopo 12 minuti ad opera dell’uruguaiano Dorado. Otto minuti dopo, però, l’Argentina con Peucelle pareggia il conto.

Al minuto 37 gli argentini passano in vantaggio con Stabile mandando in delirio tutti i tifosi.

Nel corso del secondo tempo, però, la situazione cambia e l’Uruguay con due reti, una al 57esimo e una al 68esimo, ribalta nuovamente il risultato con rispettivamente le marcature di Cea e Iriarte. Quasi allo scadere del tempo, poi, l’Uruguay chiude la partita con Castro fissando il risultato della prima finale dei Mondiali di Calcio sul 4 a 2.

Nel 1930 il Primo Mondiale?

Nel corso di questo articolo su chi ha vinto il primo mondiale abbiamo visto che l’edizione è stata realizzata nel 1930. In realtà, però, vogliamo parlare di un avvenimento che davvero in pochi conoscono. Nel 1904, infatti, nasce la Fifa, quindi il massimo organismo mondiale a livello calcistico.

L’idea di una competizione di livello mondiale per nazionali c’è fin da subito ed in effetti già nel 1905 si cerca di arrivare ad un torneo. Ad organizzarlo ci pensa la Svizzera, ma in realtà si iscrive solo la nazionale ospitante.

Poi, per alcuni anni il problema poi è non si più posto visto che le Olimpiadi nel 1906 hanno incluso il calcio come disciplina. Di conseguenza, è diventata quella l’occasione per una sorta di mondiale. Sole nel 1928, come visto, l’attuale presidente Rimet ha dato vita all’idea di quello che poi sarebbe diventato i Mondiali di Calcio.