Il gìoco è riservato ai maggiorenni e può creare dipendenza patologica.

Legal Icons
Scommesse

Cosa succederebbe se CR7 fallisse ancora l’obiettivo Champions League?

Cristiano Ronaldo è senza dubbio il miglior giocatore della storia della Champions League. Il talismano portoghese siede sul gradino più alto della classifica cannionieri con 126 reti segnate in 162 presenze. A seguirlo, l’altro protagonista del calcio degli ultimi 15 anni Lionel Messi.

Il record di CR7 è quasi inarrivabile. L’attaccante ora in forza alla Juventus conta 65 gol fatti nelle fasi a gironi e 61 negli scontri diretti. In ben 7 edizioni della competizione, Ronaldo è riuscito ad aggiudicarsi il titolo di capocannoniere della Champions League.

Al di là dei suoi record di reti, Ronaldo conta ben 5 Champions League vinte, oltre ad essere l’unico giocatore ad aver segnato in almeno tre finali.

L’uscita prematura dei quarti di quest’anno con la Juventus è arrivata contro la meno probabile delle squadre, per lo meno sulla carta. Con la sconfitta in casa contro l’Ajax, Ronaldo ha rotto la sua striscia di presenze in 8 semifinali consecutive. Per quanto sia azzardato fare scommesse sul campione portoghese, a 34 anni c’è chi dice che Ronaldo abbia raggiunto il suo massimo in carriera.

Con questo articolo, andiamo a vedere cosa succederebbe se anche l’anno prossimo CR7 fallisse l’obiettivo Champions League.

#3 Aspettative fallite

In un’intervista dello scorso anno, Ronaldo chiese a Lionel Messi di accettare la sfida della Serie A come stava per fare lui stesso. Qualche tempo dopo, Zlatan Ibrahimovic affermò che il suo trasferimento alla Juventus, in realtà, non aveva le basi per essere considerata una vera e propria sfida. Come tutti sappiamo, lo svedese è famoso per le sue sparate, spesso più incoerenti che di buon senso, ma in questo caso potrebbe avere ragione.

Prima dell’arrivo di Cristiano a Torino, la Vecchia Signora contava già sette scudetti consecutivi, oltre alle quattro Coppe Italia. Inoltre, nemmeno le loro performance in Champions League erano poi così male, considerate le due finali raggiunte nel 2015 e 2017.

Non avendo bisogno di aiuti aggiuntivi in campionato, è chiaro che la Juventus abbia speso oltre 100 milioni di euro perchè il 33enne li portasse a vincere in Europa. Gli occhi dei tifosi sono tutti incentrati sulla Champions League e qualunque altro risultato al di fuori della vittoria finale non sarebbe all’altezza delle aspettative.

Il portoghese sta invecchiando e non rimane poi tanto tempo prima che Ronaldo riesca nel miracolo di conquistare l’Europa con la maglia bianconera.

#2 Un altro Pallone d’Oro?

Il portoghese ha vinto il premio di miglior giocatore per ben 5 volte. Inutile dire che, al di là delle sue straordinarie qualità calcistiche, le vittorie di Champions abbiano pesato parecchio sulla decisione dei giudici. La lista degli ultimi vincitori del Pallone d’Oro (Luka Modric, Ronaldo, Ronaldo, Messi, Ronaldo), sottolinea come tutti questi giocatori abbiano vinto la Champions League quell’anno.

Non è una coincidenza infatti che 4 dei 5 Palloni d’Oro vinti da Ronaldo siano arrivati con la vittoria della competizione europea.

Come menzionato in precedenza, un ennesimo scudetto juventino non aiuterebbe Cristiano nell’impresa per il sesto Pallone d’Oro. Lo stesso ragionamento infatti, si potrebbe applicare anche a giocatori come Kylian Mbappe, Robert Lewandowski o Franck Ribery. Quello che pesa nella decisione è il titolo europeo, e senza di quello è improbabile che Ronaldo possa vincere un altro titolo di Miglior Giocatore.

#1 Lionel Messi sulla vetta

A qualche centinaio di kilometri di distanza, Lionel Messi sta avendo un altro anno strepitoso. Nella Liga, il suo Barcellona detiene un vantaggio di 9 punti dall’Atletico Madrid e 15 dal Real Madrid. In Champions, i blaugrana sono passati alle semifinali superando facilmente Manchester United e Lione.

Il 31enne argentino ha collezionato finora un’incredibile record europeo stagionale di 45 gol segnati in tutte le competizioni . Con 33 reti realizzate in campionato, l’unico che può puntare a superarlo è Kylian Mbappe a quota 30 gol nella Ligue 1. Ronaldo segue parecchio più indietro con solo 19 reti segnate. Il capitano del Barca dirige la classifica cannonieri anche in Champions League, con 10 gol all’attivo.

In fatto di possibilità di gol, è evidente che Ronaldo si trovi al momento nel campionato sbagliato. La mentalità e il gioco difensivo della Serie A si sono già rivelati un problema ostico per il portoghese, come lui stesso ha affermato. È quindi improbabile che rivedremo quelle sfide tra lui e Messi a colpi di gol, che per anni hanno infiammato la Liga.

Dati gli straordinari risultati ottenuti dal numero 10 quest’anno, è difficile pensare ad un altro possibile candidato per il Pallone d’Oro 2018/19. A meno che Ronaldo non vinca la Champions, Messi sarà sempre più avvantaggiato giocando in una selezione certamente più permissiva.


Visita NetBet Scommesse

Scritto da Andrea Gorio