Casinó

Come si gioca a Poker Texas Hold’em?

come si gioca a poker

Nella famiglia dei più famosi giochi di carte, con il suo mix unico di strategia, ragionamento, processo decisionale e un pizzico di fortuna, il poker è senza dubbio uno dei migliori giochi al mondo.

Il poker, a differenza di altre forme di gioco con o senza carte, mette in evidenza l’abilità dei giocatori che, durante una partita, devono saper valutare le probabilità di vincitá rispetto alla loro mano, osservare il comportamento degli avversari per comprendere combinazioni e bluff, tutto questo cercando di non lanciare segnali emotivi agli avversari per non far intendere la propria mano.

Per capire come si gioca a poker dobbiamo disporre di diversi giocatori, un mazzo di 52 carte e fiches con diverse valute che rappresenteranno il valore scommesso durante il gioco. L’obiettivo del poker è quello di vincere il totale ammontare di tutte le puntate fatte da tutti i giocatori, attraverso la miglior combinazione di carte.

Questo gioco è cresciuto moltissimo in popolaritá negli ultimi anni, anche grazie alle numerose trasmissioni televisive dove le celebrità si sfidano a poker. Ovviamente, imparare a giocare a poker è il primo passo necessario prima di partecipare ai tavoli di sale online oppure reali.

Fondamentalmente, il poker è un gioco che lascia poco spazio al caso. Sono infatti la tecnica, la strategia, la psicologia e il calcolo delle probabilità che fanno di un giocatore un buon giocatore.

In questo caso spiegheremo meglio le regole del poker Texas Hold’em, anche detto alla texana, che è la variante di poker più giocata al mondo.

Vediamo quindi come si gioca a poker e iniziamo a divertirci! Ecco i migliori consigli e strategie.

Come si gioca a Poker Texas Hold’em – Le regole

Imparare a giocare a poker, come a qualunque dei giochi da tavolo, significa prima di tutto conoscerne le regole.

Il poker Texas Hold’em si gioca con un mazzo di 52 carte composto da 4 colori. Per ogni colore, ci sono 13 carte diverse che vanno in scala di valore da: 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, Jack, Regina, Re e Asso.

Ogni giocatore riceve due carte coperte, dette carte “Hole cards”. Queste due carte coperte sono visibili solo a ciascun giocatore in questione. Segue un giro di puntate. Dopo il primo giro di puntate il mazziere distribuisce tre carte comuni scoperte al centro del tavolo. Segue un altro giro di puntate. Dopo questo secondo giro di puntate, il dealer scarta un’ulteriore carta dal mazzo, poi distribusce un’altra carta scoperta al centro del tavolo. Ha luogo un ulteriore giro di puntate, dopo di ché il mazziere scarta l’ultima carta dal mazzo, quindi distribuisce l’ultima carta comune al centro del tavolo. Dopo la quinta carta comune, ci sarà l’ultimo giro di puntate. I giocatori possono usare nessuna, una o due delle proprie carte e le carte comuni per formare la migliore mano di cinque carte. La miglior mano di cinque carte vince il piatto.

Le combinazioni vincenti

Vediamo, a questo punto, le possibili diverse combinazioni vincenti del poker, partendo dalla più bassa per arrivare a quella più alta.

  • La coppia

La coppia, è la combinazione di poker più bassa ed è data dalla combinazione di due carte dello stesso valore. (es. 5Picche+5Cuori)

  • La doppia coppia

La doppia coppia sono due coppie distinte di carte (es. 5Picche+5Cuori + 7Fiori+7Quadri)

  • Il tris

Il tris è una mano costituita da tre carte dello stesso valore. (es. 5Picche+5Cuori+5Quadri)

  • Scala

La scala è la combinazione di valori in successione indipendentemente dal loro colore (es. 3Picche+4Quadri+5Quadri+6Cuori+7Fiori)

  • Colore

Se si hanno cinque carte o rosse o nere dello stesso seme, cioè tutte picche, quadri, fiori o cuori, i cui valori non sono consecutivi, allora si avrà in mano un colore

(es. 3Picche+JackPicche+ReginaPicche+6Picche+8Picche)

  • Full

Un full è una mano formata da una coppia e da un tris. (es. 3Picche+3Quadri+5Quadri+5Cuori+5Fiori)

  • Poker

Invece, quattro carte dello stesso valore determinano il poker. (es. 8Picche+8Quadri+8Cuori+8Fiori)

  • Scala reale

La combinazione di cinque carte di un solo seme in successione formeranno la scala reale. (es. 3Picche+4Picche+5Picche+6Picche+7Picche)

Familiarizzare con le mani di Poker

Per giocare a poker è essenziale conoscere le combinazioni di carte e il loro valore.

È da ricordare che se due o più giocatori, alla fine della mano, hanno combinazioni di carte di uguale valore, per esempio entrambi doppia coppia, oppure entrambi nessuna combinazione, il giocatore con la carta più alta vince.

L’asso è considerata la carta più alta.

Dopo averle mescolate, il mazziere distribuisce le carte, a partire dal giocatore alla sua sinistra e proseguendo poi in senso orario. Distribuirà una carta alla volta, fino a quando tutti i giocatori hanno due carte(Texas Holdem). Il resto del mazzo di carte è posto al centro del tavolo.

I principianti, spesso, finiscono per mostrare la forza della loro mano dalle piccole reazioni che li tradiscono. Più il giocatore nasconderá queste reazioni, più avrá maggior possibilità di vincere. Non per nulla, è stata inventata la nota espressione “faccia da poker”.

Come si gioca a poker – L’inzio della mano 

I primi due giocatori, a seconda dell’ordine di quella mano, saranno costretti a puntare, ma solo per quella mano. Queste puntate si chiameranno “piccolo buio” e “grande buio” e saranno le puntate di apertura del piatto. Il resto dei giocatori avrá in questa fase diverse opzioni.

La prima è quella di restare in gioco mettendo sul piatto, cioè sul tavolo da gioco, tanto quanto messo dal giocatore precedente. Oppure, potrá decidere di lasciare(fold) la mano, e cioè di non partecipare a quella mano di poker. Oppure, potrá decidere di rilanciare, e cioè di puntare più alto di quello puntato dal suo predecessore. Le puntate andranno avanti affichè tutti non avranno puntato la stessa cifra o abbiano lasciato la mano.

A seguire si giocano tre fasi praticamente uguali tra loro, in cui entrano in gioco le cosiddette carte comuni. La prima di esse è il flop, in cui il mazziere mette al centro del tavolo tre carte scoperte, che ciascun giocatore ancora presente nella mano potrà ‘comporre’ insieme alle due carte coperte a sua disposizione.

Per stabilire l’ordine di gioco, si procederà sempre in senso orario a partire dal primo giocatore, e anche in questo caso si attenderà la decisione dell’ultimo giocatore che dovrà ancora prenderla.

Poi si passa al turn, con il dealer che porrà al centro del tavolo una quarta carta, anch’essa scoperta. La dinamica di gioco è la stessa rispetto al flop, e si ripeterà anche nell’ultima fase di gioco, ovvero il river. Il mazziere mostrerà la quinta ed ultima carta comune e scoperta, quella che decreterà in maniera definitive chi avrà vinto il colpo.

Il river

Non appena arriverà l’ultima decisione da parte dei giocatori che sono giunti fino al river, si procede in due modi: qualora ci siano almeno due giocatori ancora in ballo, entrambi dovranno girare le carte per stabilire il vincitore; viceversa, se ci sarà un solo giocatore ad aver puntato e gli altri avranno fatto fold, non sarà necessario lo showdown.

Ovviamente non è obbligatorio arrivare fino al river, il vincitore della mano potrebbe essere decretato anche al turn, oppure al flop, oppure addirittura pre-flop. L’importante è che ogni mano abbia un vincitore prima di procedere con quella successiva.

A questo punto, chi aveva aperto punta nuovamente. In questo turno si potrà accettare la puntata, rilanciare o anche lasciare. Se il punto che si ha in mano è reputato troppo basso, potrebbe essere bene non sfidare troppo la sorte.

La partita si conclude quando, finiti rilanci, si vanno a vedere le carte dei vari giocatori che sono rimasti. Ovviamente, la mano migliore è quella che risulterà vincente e che prenderà tutto il denaro che si trova sul piatto.

Non fatevi spaventare della complessitá delle regole, sono più facili di quanto sembrano. Il segreto è fare pratica! Imparate come si gioca a poker a venite a trovarci sul nostro casinò.

CATEGORIE