Casinó

Come Vestirsi al Casinò: mai Fuori Luogo

come vestirsi al casinò

Entreresti in un ristorante lussuoso indossando un calzino bianco vergognosamente incorniciato da sandalo di cuoio? A meno che tu non sia un bavarese convinto, probabilmente no!

Allo stesso modo, anche nei casinò il dress code richiesto è ancora qualcosa da prendere in considerazione nella scelta del vestito. È vero che molte case gioco hanno ormai abbandonato le forme più rigide di questa consuetudine. Tuttavia, la maggior parte dei casinò potrebbe vietare l’ingresso ai tuoi pantaloncini dell’Inter, qualunque sia l’ora del giorno.

Normalmente, potrai trovare il codice di abbigliamento di un qualunque casinò sul loro sito internet. Ovviamente, più esclusiva è la casa gioco, più il dress-code sarà severo. Onde evitare “rimbalzi” imbarazzanti all’ingresso, ti consigliamo di controllare in anticipo come vestirsi al casinò che andrai a visitare.

In Italia, le misure adottate dai tre casinò nostrani sono parecchio blande. Pantaloncino sopra al ginocchio, maglietta/polo/camicia e scarpa sportiva prima di cena. Dopo le 20,30, potrebbe essere richiesto l’uso di giacca o vestito da sera, a seconda anche della sala che si vuole accedere.

La storia del dress code del casinò è ovviamente legata al concetto di fashion in generale di qualunque data epoca. Andiamo a scoprire come questa usanza è cambiata nel tempo e come vestirsi al casinò al giorno d’oggi.

La Storia dei Dress Code dei Casinò

Dall’apertura del primo casinò del mondo, il Cà Vendramin di Venezia, l’abbigliamento divenne una questione importante fin da subito. Pur essendo aperto a tutti sulla carta, in realtà il casinò permetteva solo ad una certa classe di persone di accedervi. Questo perché solo pochi eletti disponevano dei giusti abiti per varcare le sue porte.

Per esempio, attorno al tavolo della roulette non ci potevi stare senza indossare il famoso cappello a tre punte del tempo. Come per i clienti, anche e soprattutto al personale era richiesto decoro nel modo di vestire. In un certo modo, furono proprio gli assistenti del casinò che imposero il primo dress-code della storia. Se eri vestito come o meglio del mazziere, allora eri apposto!

Il concetto che i casinò fossero roba da ricchi, rimase intatto nel tempo fino agli anni ‘60-70. Aprendo le porte a classi meno abiette, anche le richieste nel modo di vestire cominciarono a farsi meno rigide. Senza contare che in quegli anni l’idea di essere “alla moda” iniziava ad includere meno vestiti sfarzosi e più abiti particolari.

Al momento, la stragrande maggioranza dei casinò di Las Vegas non richiede alcun tipo di dress-code.

Come Vestirsi al Casinò: Tipologie di Dress Code

Il dress code di un casinò varia a seconda del servizio offerto, dell’ambiente e del prestigio della casa gioco. Anche se la maggior parte di essi rientra nell’ultima categoria in seguito riportata, qualche vecchio casinò riesce ancora a mantenere gli standard di ingresso ad un certo livello. Andiamo a vedere se ci sia qualche tavolo disposto a tollerare i tuoi leggings a strisce arcobaleno.

 

Black Tie

Come un animale in estinzione, il Black Tie sta piano piano scomparendo dalla faccia della Terra. Tra i dress code più esclusivi di un casinò, esso prevede smoking accompagnato da cravatta. Per tradizione, la cravatta va indossata dopo le 6 del pomeriggio e deve essere piazzata sopra una camicia possibilmente bianca o un gilet.

Per le donne, la cravatta nera nel dress code si traduce con l’obbligo di indossare un vestito da sera. Una volta la presentazione al femminile per queste serate esclusive prevedeva l’utilizzo di guanti, gioielli e vestiti da sera lunghi e smanicati. Al giorno d’oggi, una gonna lunga accompagnata da scarpe col tacco garantisce l’ingresso a questi casinò.

Questa tipologia di dress code fatica a coesistere con il 2020 hipster, dove lo straccione fa cool. Tra le case gioco che ancora richiedono questo abbigliamento ci sono il Les Ambassadeurs di Londra. Anche per alcuni eventi del casinò di Monte Carlo gli ingressi potrebbero presentare queste prerogative di look.

 

Black Tie Optional

Abbandoniamo i pavoni al guinzaglio del Black Tie, per scendere di un gradino nel Black Tie Optional. Il termine “opzionale” si riferisce al fatto che la cravatta non sia richiesta ma bensì solo consigliata. Normalmente, questo codice di abbigliamento è molto simile a quello richiesto per un matrimonio. Lo smoking viene abbandonato in favore di una giacca su camicia a collo aperto.

Secondo questo codice, alle donne è permesso indossare un più comodo tailleur o una gonna corta. Pur dando più libertà, parliamo comunque di un codice molto formale.

Anche questo tipo di dress code è sempre meno utilizzato nei casinò del mondo, più disposti a vestiti molto meno impegnativi. Tuttavia, casinò come quello di Monte Carlo o il Ritz di Londra tendono ancora a richiederlo per gli ingressi all’ora di cena.

 

Semiformale

A cavallo tra il formale e l’informale, questo è l’abbigliamento che indosseresti in un ufficio leggermente più posh del solito.

Cominciando dal sesso femminile, le donne hanno a disposizione una vasta gamma di vestiti. Da quelli corti ai pantaloni accompagnati da stivali lunghi. L’enfasi ovviamente è ancora puntata verso la formalità. Tuttavia, la lunghezza dei vestiti ed il colore sono decisamente molto meno importanti delle categorie sopra.

Per gli uomini vige la stessa regola. Una camicia o una polo, portata su un paio di pantaloni lunghi andrà benissimo.

Roba da Oviesse, purché rispetti qualche regola in più di decoro! Il Cà Vendramin di Venezia è un perfetto esempio di questa categoria, con iniezioni di formalità extra in caso di serate o eventi importanti.

 

Casual

Questa è la categoria più comune che si può incontrare nei casinò di tutto il mondo.

Per queste case gioco, si fa quasi meno fatica a citare quello che NON può essere indossato, e cioè:

  • Infradito
  • I soliti pantaloncini dell’Inter (e possibilmente anche la maglia sopra)
  • Cappelli, caschi, o giubbotti ingombranti (per ragioni di sicurezza)

Come vestirsi al casinò casual? Affidati semplicemente alle norme di comuni di civiltà e agghindati come se stessi andando andando a qualche appuntamento galante. In Italia, entrambe il casinò di Sanremo e quello di Saint-Vincent presentano questo code. Con la popolarità dei casino online sempre più crescente, ogni cliente in più è una manna dal cielo. Anche quello con la tuta dell’Adidas e gli occhiali da sole fluorescenti!

CATEGORIE