Il gìoco è riservato ai maggiorenni e può creare dipendenza patologica.

Legal Icons
Scommesse

Serie A – Champions League, Europa League e retrocessione

Scudetto numero 34 per i bianconeri, nonchè il settimo consecutivo, due nuovi record per la Serie A. A questi due primati, se ne aggiunge un altro in casa Juventus, quello del primo scudetto femminile conquistato al debutto della squadra in campionato. I 95 punti ottenuti in questa stagione dal team di Allegri sono storicamente inferiori solo ai 102 punti fatti dalla Juve di Antonio Conte nel 2013/2014.

Tanti punti ma anche qualche sofferenza in più rispetto agli altri anni, dovute ad un Napoli che ha tenuto botta fino alla fine per poi gettare la spugna nelle ultime battute di campionato. Il goal del 1-0 definitivo di Koulibali nella sfida del 22 aprile, aveva riacceso gli animi dei partenopei che a -1 dalla vetta potevano veramente sperare in un passo falso della Vecchia Signora nelle ultime 4 gare di campionato, per riprendersi uno scudetto che manca da quasi 30 anni. Il “sogno nel cuore” dei napoletani però si era infranto subito dopo contro lo scoglio della Fiorentina che con un 3-0 in casa aveva messo la parola fine alla rincorsa degli azzurri.

Tanto di cappello alla stagione della squadra di Sarri, che hanno chiuso l’anno con 5 punti in più dell’anno scorso e 9 in più rispetto alla stagione 2015/2016, anche se il tecnico toscano sembra in procinto di fare le valige e volare a Londra per sostituire il connazionale Antonio Conte alla guida del Chelsea. Al suo posto confermato Carlo Ancelotti, che ha siglato un contratto biennale a 6 millioni di euro a stagione con la società napoletana.

La vera sorpresa della finale di campionato è tuttavia l’Inter che è riuscita a scavalcare miracolosamente la Lazio nello scontro diretto dell’Olimpico. La squadra di Spalletti, sotto di due goal, è riuscita ad agguantare un 3-2 che ha del’incredibile, l’unico risultato utile che avrebbe regalato alla compagine milanese l’accesso alla Champions League con Roma, Napoli e Juventus. La Benamata torna quindi nell’Europa dei grandi dopo sei anni d’assenza dalla competizione e un recupero di stagione davvero soprendente.

La squadra di Inzaghi dovrà invece ripetere l’esperienza dell’Europa League nella prossima stagione, chiudendo l’anno con qualche rimpianto da una parte e un paio di primati dall’altra: prima per numero di reti fatte e la coppa del capocannoniere per Ciro Immobile, da condividere con Mauro Icardi, entrambe a quota 29.

Ad occupare i due posti d’accesso alla competizione europea minore ci sono Milan e Atalanta, la prima delle due con accesso garantito alla fase a gironi mentre la seconda entrerà nella competizione dal secondo turno di qualificazione. Le partite di andata e ritorno sono previste per il 26 luglio e il 2 agosto, che condurranno al terzo turno preliminare in caso di vittoria e successivamente ai playoff very e propri. La fase a gironi invece comincerà il 20 settembre, mentre il sorteggio è in programma per sabato 31 agosto.

La parte bassa della classfica premia la Spal che getta il cuore oltre l’ostacolo e batte la Sampdoria per 3-1. Nel frattempo il Crotone si ferma a 35 punti dopo la sconfitta in casa del Napoli ed è costretto a seguire Benevento ed Hellas Verona, ormai retrocesse matematicamente da quasi un mese, in Serie B. Si salvano Cagliari, Udinese e Chievo dopo le vittorie dell’ultima giornata contro Atalanta, Bologna e Benevento.

Visita NetBet Scommesse

Scritto da Andrea Gorio