Il gìoco è riservato ai maggiorenni e può creare dipendenza patologica.

Legal Icons
Scommesse

Tennis, scommettere sulla ricca stagione 2017

Il tennis è uno sport che ha sempre affascinato millioni di persone. Con l’avvento delle scommesse, in particolare delle scommesse online, NetBet ha preso il soppravento sul mercato, confermandosi al primo posto nella classifica di preferenze degli scommettitori.

Oltre agli Australian Open, svolti a gennaio a Melbourne, la stagione tennistica aveva già preannunciato grossi avvenimenti di rilevanza interazionale, che hanno scosso i pronostici per il 2017.

Le luci e le ombre sul caso Djokovic sono uno degli argomenti centrali della stagione tennistica del 2017. Dopo tre anni di vittorie trionfali conquistate dal serbo, abbiamo assistito al suo divorzio con Boris Becker, per lo stupore di molti dei suoi fan.

Parlando invece di eventi internazionali, il programma di quest’anno è a dir poco elettrizzante. Quest’anno, le competizioni ATP vedranno presenti nel main draw tennisiti del calibro di Stan Wawrinka, vincitore del titolo juniores Roland Garros nel 2003, il giapponese Kei Nishikori, il canadese Milos Raonic, il tennista austriaco Dominic Thiem che nella sua carriera ha vinto ben 8 titoli, lo spagnolo Rafael Nadal Parera, considerato uno tra i più forti tennisti al mondo, il bulgaro Grigor Dimitrov e il francese Lucas Pouille.

Un parterre di prestigio assoluto che, con Karlovic, Tsonga, Goffin, Berdych, Novak Djokovic e Andy Murray, avevamo giá ammirato nello stupendo ATP di Doha in Qatar.

In India a Chennai si sono visti anche Roberto Bautista Agut e Marin Cilic.

Inoltre, i paesi ospitanti gli eventi ATP sono saliti a 32, offrendo un’espansione geografica del torneo davvero considerevole.

Wimbledon 2017, un amore infinito

Tra tutti gli incontri offerti dal calendario tennistico, quello di Wimbledon è un appuntamento fisso per i tanti amanti del tennis.

Nella passata edizione, la corona era andata a Andy Murray per gli uomini, dopo aver battuto Milos Raonic in una finale durata quasi tre ore. Per le donne, la vittoria era andata a Serena Williams, che si era presa la sua rivincita nei confronti della tennista tedesca Angelique Kerber.

Non è semplice fare dei pronostici sul risultato di quella che sará l’edizione di Wimbledon 2017, che sicuramente, come vuole la storia, accenderá ancora una volta il cuore degli spettatori.

Il Torneo di Wimbledon è il più antico e prestigioso evento nello sport del tennis. Il torneo, che si tiene tra giugno e luglio a Wimbledon(Londra), è il terzo dei tornei del Grande Slam in ordine cronologico annuale.

Secondo la tradizione, il torneo inizia sei settimane prima del primo lunedì di agosto. Si gioca ogni anno, preceduto dall’Australian Open e dagli Open di Francia, e seguito dagli US Open. Il torneo (l’unico tra quelli del Grande Slam ad essere giocato sull’erba) dura due settimane.

Le origini del torneo di Wimbledon

Il torneo di Wimbledon ha le sue radici nel jeu de paume, comparso nel 1874, quando il maggiore gallese Walter Wingfield Clopton pubblicò un brevetto conosciuto col nome di “A Portable Court of Playing Tennis” che stabiliva le regole della nuova disciplina.

La prima edizione dei Lawn Tennis Championships (campionati di tennis su erba) ebbe un grande successo e riunì 22 partecipanti. Spencer Gore fu il primo vincitore, nonché uno degli inventori del metodo di gioco della volée. Successivamente, l’edizione svoltasi ad Oxford nel 1879 vide l’introduzione di un torneo di doppio maschile.

La sua progressiva internazionalizzazione si manifestò nelle dieci edizioni che si disputarono prima dell’inizio della Prima Guerra Mondiale. Norman Brookes vinse il suo terzo titolo appena un paio di settimane prima dell’inizio del conflitto.

Il torneo di Wimbledon femminile

Agli Irish Championships del 1879 venne introdotto il singolare femminile che vide come vincitrice May Langrishe, una ragazza di appena quattordici anni. Wimbledon, invece, aspettò fino al 1884 per aprire le porte alle donne. In quell’edizione, Maud Watson fu dichiarata vincitrice dopo aver sconfitto la sorella Lilian, analogamente alla finale disputatasi nel 2001 tra le sorelle Williams. Il doppio femminile, invece, naque nel 1913.

Il dopo la Prima Guerra del torneo di Wimbledon

Nel 1919, dopo la Prima Guerra Mondiale, il torneo di Wimbledon riaprì la stagione di tornei. Nel 1922, per soddisfare la popolarità crescente di questo sport, gli organizzatori acquistarono cinque ettari di terra nei pressi di Church Road atti alla costruzione di nuovi campi da gioco. La sede di Wimbledon è la stessa ancora oggi.

Il torneo di Wimbledon dopo la Seconda Guerra

Nel 1945, alla fine del Secondo Conflitto Mondiale, Wimbledon era considerato una competizione amatoriale, non ancora professionale.

Ma nel 1968, anno nel quale la distinzione tra circuiti professionali e amatoriali venne abolita, il torneo di Wimbledon aprì le porte anche a giocatori professionisti.

Il torneo di Wimbledon moderno

Uno dei più grandi tennisti moderni, pluri vincitore di Wimbledon, è stato indiscutibilmente Björn Borg. Il tennista svedese, tra la fine degli anni Settanta e primi anni Ottanta, vinse il torneo di Wimbledon per ben cinque volte consecutive, sconfiggendo i campioni Vitas Gerulaitis, Jimmy Connors, Roscoe Tanner e John McEnroe che rappresentavano le massime espressioni del tennis dell’epoca.

Nel tennis femminile, invece, Martina Navrátilová viene considerata uno dei miti di sempre, aggiudicandosi nel 1978 la coppa di Wimbledon. Negli Ottanta, icona del tennis maschile fu Boris Becker che appena diciassettenne vinse il torneo di Wimbledon.

Insomma, Wimbledon ha sempre regalato alla storia incontri di tennis appassionanti e pieni di colpi di scena. Non perderti l’edizione 2017, e ricordati di piazzare la tua scommessa su NetBet scommesse!