Senza categoria

Casinò in Italia: Sono Legali o No?

casinò in Italia

Secondo voi il gioco d’azzardo è legale in Italia? A primo impatto direste di sì visto che ci sono alcuni casinò terrestri, tantissime piattaforme virtuali, che le scommesse online sono possibili su ormai tutti gli eventi sportivi e non. 

La realtà, invece, è ben diversa. Il gioco in Italia, almeno per quanto riguarda i casinò terrestri, non è legale. E in questo articolo proveremo ad approfondire l’argomento, spiegandovi il perché ci siano comunque delle strutture in Italia e come funziona anche per le piattaforma virtuali. Alla fine di questo articolo, quindi, consocerete tutte queste informazioni con certezza. 

All'interno del Caesars Palace

Casinò Legali: Sì o No?

In Italia il gioco d’azzardo è punito addirittura con l’arresto da tre mesi ad un anno. Questo significa che nessuna attività può, all’improvviso, acquistare un tavolo verde ed iniziare a giocare al blackjack o a qualsiasi altro gioco da casinò. In questo caso, infatti, possono intervenire le forze dell’ordine e punire le persone in base all’articolo numero 718 del codice Penale. 

Fin è sembra tutto chiaro, anche se in realtà sorge un dubbio. Ma allora perché ci sono casinò in Italia che lavorano senza alcun problema? Prima di dare una risposta a questa domanda, vediamo quali sono le quattro strutture in Italia e dove si trovano. 

  • Casinò di Venezia: è la casa da gioco più antica al mondo visto che accetta puntate sin dal 1638. 
  • Casa di gioco di Sanremo: è stata inaugurata nel 1905 e si trova nella città ligure, a due passi dal confine francese. 
  • Struttura di Saint Vincent: questa casa da gioco, invece, conosciuta anche casinò de la Vallee, si trova in Valle d’Aosta a pochi chilometri dalla Svizzera e dalla Francia. 
  • Campione d’Italia: la quarta struttura autorizzata in Italia si trova in questo comune, situato in Provincia di Como e praticamente lungo il confine con la Svizzera. Quest’ultimo in realtà è al centro di una procedura di fallimento ma potrebbe essere riacquistata a breve e rimesso in funzione. 

Ora che abbiamo visto quali sono le quattro strutture in Italia, ci sorge ancora una domanda. Come mai non c’è alcuna casa da gioco in città importanti come la capitale d’Italia o Milano, fulcro economico della nazionale, o ancora Firenze e Napoli? La risposta è ovvia, e cioè perché il gioco in Italia è illegale. Ma allora perché quelle strutture che abbiamo citato poco fa possono restare aperte? Risponderemo a questa domanda nel prossimo paragrafo. 

Ecco Perché ci Sono Casinò Legali in Italia

Fino a qualche tempo fa, dovete sapete che in Italia c’erano tantissime case da gioco. Tra queste, ad esempio, c’era quella di Rapallo in Campania, a Taormina in Sicilia o in Toscana. Il gioco, però, fu considerato illegale e quindi nel giro di alcuni anni chiusero tutte. 

Questo, però, rappresentava comunque un bel danno per l’Italia sotto diversi punti di vista. In primo luogo perché i giocatori portavano i loro soldi in strutture straniere alimentando quindi l’economia di quelle città estere. In secondo luogo, poi, le mete turistiche italiane soffrivano questa concorrenza visto che pur avendo degli splendidi paesaggi e delle strutture di alto livello, mancava il gioco d’azzardo e quindi erano penalizzate rispetto alle concorrenti straniere. 

Dando uno sguardo ai quattro casinò italiani rimasti aperti, e in particolare alla posizione, avrete dovuto notate un dettaglio. Le quattro strutture, infatti, sono tutte situate in luoghi di confine con gli altri paesi europei e non è una scelta casuale. Il gioco d’azzardo in Italia, infatti, è sempre stato illegale. Non per questo, però, gli italiani volevano rinunciare alla possibilità di giocare al baccarat o a qualsiasi altro gioco di carte o da tavolo. E per questo, andavano oltre il confine italiano per andare a giocare nei casinò francesi, ad esempio a Montecarlo, oppure in Svizzera. 

Ecco perché queste quattro case da gioco ottennero un permesso in deroga al divieto previsto, e quindi hanno continuato ad operare. E lo fanno tutt’oggi visto che periodicamente questa deroga viene confermata ed allungata di volta in volta. Ecco quindi che si voleva il mistero sul perché in Italia il gioco è illegale, ma ci sono comunque diverse case da gioco che possono operare senza alcun problema.

E i Casinò Virtuali?

Per quanto riguarda i casino online, in Italia, possiamo dire che la situazione è altrettanto simile. Lo Stato, infatti, notando il grande successo delle piattaforme e il fatto che gli italiani puntavano nei casinò stranieri, ha pensato di autorizzarli. 

In questo caso, quindi, è stato dato il compito prima all’AAMS, poi sostituito dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Questo, al momento, è l’unico ente che può certificare che un casinò sia legale o meno in Italia. La licenza di questo ente, poi, permette agli utenti di essere sicuri che tutto sia regolare e che i giochi non siano truccati. In caso contrario, infatti, c’è sempre il rischio che qualche piattaforma utilizza e i giochi che faranno perdere sistematicamente i giocatori. 

E le Slot Machine?

Infine, un ultimo chiarimento spetta alle slot e i video poker. Anche in questo caso, infatti, erano inizialmente giochi ritenuti illegali e quindi impossibili da trovare in giro se non in bische clandestine o comunque in strutture che li mettevano a disposizione degli utenti senza alcuna autorizzazione. Per evitare il diffondersi di macchinette illegali, quindi, che oltretutto erano delle vere e proprie mangiasoldi, lo Stato Italiano ha deciso di intervenire. Le ha rese quindi legale, e ha fatto sì che avessero un Return to Player onesto. Inoltre, le ha messe in collegamento con un sistema centrale attraverso la rete internet, e quindi può controllare istantaneamente che tutto funzioni nel modo corretto.